AZIMUT 68 S

Yacht di lusso per la tua vacanza ideale

Il cantiere di Avigliana, leader mondiale nella produzione di superyacht nonché di flying bridge plananti con dimensioni fino a 116 piedi, ha presentato all’ultimo Salone di Genova la sua prima creazione “open” firmata dall’arch. Stefano Righini, un bello scafo slanciato dall’inconsueto color rosso amaranto.

Se in diversi accenni stilistici, come le codine al roll-bar e la finestratura a pinna di squalo inversa, il nuovo 68 S richiama il “family feeling” della più recente produzione Azimut, in altri dichiara una sua marcata personalità; ad esempio, per la particolare finestratura quadra che audacemente interrompe la superficie filante della fiancata, per la presa d’aria ad apertura proporzionale, per l’hard top a scomparsa, e ciò solo per “citare” gli esterni; sul ponte e nel lay-out di sottocoperta, l’innovazione è votata al comfort di chi compra e utilizza una barca di questo tipo, prevedendone un uso prevalentemente estivo, “solare” quindi, con molto day cruising e un po’ di crociera.

Il living è grande e luminoso, interamente sviluppato sul “main deck”, per vivere mare e sole a 360°, senza però precludere da un riparo in caso di maltempo, grazie alla presenza di un tettuccio rigido scorrevole, alle ampie finestrature e alla paratia in cristallo che chiude l’ambiente verso poppa. Grazie a ciò, più che un open vero e proprio, il 68 S si potrebbe definire un bel “coupé” del mare. Sottocoperta le aree notte, sia ospiti che armatore, sono completamente divise dalla cucina e hanno anche accessi separati al salone, fatto abbastanza inusuale in questa tipologia di scafi e soprattutto in questa fascia di dimensioni, per offrire la massima privacy.

La scelta di addottare trasmissioni V-Drive, con relativo arretramento della sala macchine, ha creato spazi notevoli per le cabine. Quella armatoriale, disposta a centrobarca e a tutto baglio, gode inoltre dell’impareggiabile e quasi palpabile vicinanza del mare, con la schiuma delle onde che sembra frangere sul letto. L’architetto Carlo Galeazzi ha ideato per gli interni un sobrio décor dai toni molto contrastati: chiari i tessuti, scuro il wengé, per un minimalismo quasi “severo” nel salone, ravvivato da sete colorate sui letti e sui divani delle cabine.

Il design di carena vede una barca dalla buona portanza verso poppa, con pesi equilibrati e una prua piuttosto affilata, tant’è che, esclusi impatti con onde di una certa altezza, la schiuma sollevata è minima: la scia di poppa esce bassa e pulita. Il successo e l’interesse ottenuti dal 68 S, ben nove barche vendute dal Salone di Genova a fine novembre, ne fanno certamente uno degli scafi attualmente più ambiti, che ben presto sarà affiancato da un secondo grande inedito open di Azimut, l’86 S, al debutto in occasione del prossimo salone di Düsseldorf.

Scheda tecnica

Progettista: Azimut Yachts
Costruttore: Azimut Yachts;

sito web www.azimutyachts.net
Categoria di progettazione CE: “B”

Lunghezza f.t.: m 20,74
Larghezza massima: m 5,20
Immersione sotto le eliche: m 1,58
Dislocamento a vuoto: kg 27.000; a medio carico: kg 31.000
Portata omologata: 14 persone
Totale posti letto: 6+2
Motorizzazione: 2×1360 hp (946kw) Man
Potenza complessiva installata: HP 2.300
Potenza fiscale complessiva: CV 196
Peso totale motori con invertitori: kg 2×2.110
Rapporto dislocamento a vuoto dell’imbarcazione/potenza motori installati:l/HP 11,74
Tipo di trasmissione: V Drive, con asse da 80 millimetri ed eliche 4 pale in NiBrAl
Velocità massima dichiarata: 35 nodi a 2.400 giri/min
Velocità di crociera dichiarata: 31 nodi a 2200 giri/min.
Autonomia a velocità di crociera: miglia 240 circa
Capacità serbatoio carburante: litri 3.200
Capacità serbatoio acqua: litri 950
Trasportabilità su strada: trasporto eccezionale

Menu